Home » Blog » Piscina attrezzata per disabili: i consigli

Piscina attrezzata per disabili: i consigli

Piscina per persone con disabilità | Piscine Castiglione

Piscina attrezzata per disabili: i consigli

Divertirsi e fare sport è un diritto di tutti, anche per coloro che hanno difficoltà o disabilità motorie. L’acqua della piscina, in questo senso, diventa il luogo ideale per attività riabilitative e ricreative. Secondo molti studiosi e fisioterapisti, infatti, nuotare è terapeutico e particolarmente indicato per il mantenimento o il recupero delle funzioni motorie.

In questo articolo di Piscine Castiglione, parleremo delle attività che possono essere svolte in piscina, delle caratteristiche e degli elementi che servono per progettarne una accessibile a tutti.

Piscina e disabilità | Piscine Castiglione

Piscina e disabilità

A questo punto, una domanda sorge spontanea: può l’acqua aiutare le persone con disabilità? La risposta è assolutamente sì – sostengono gli esperti.

Per le persone affette da paraplegia, atrofia muscolare e altre patologie, l’acqua è un ottimo alleato: riduce la forza di gravità, aiuta a rilassare tutte le parti del corpo e permette ampiezza di movimenti a livello articolare con conseguente sviluppo della resistenza e della flessibilità di muscoli e legamenti.

Ma la piscina è terapeutica anche per coloro che hanno altri tipi di deficit. Per le persone non vedenti, l’ambiente della piscina rappresenta un luogo sicuro dove allenare la capacità di orientamento; mentre chi ha disabilità intellettiva e relazionale, può qui lavorare per migliorare gli aspetti di socializzazione e integrazione.

Scale e maniglioni piscina per disabili | Piscine Castiglione

Attività per disabili in piscina

Per i soggetti con disabilità, il contatto con l’acqua della piscina è un’occasione per scoprire se stessi e il mondo che li circonda. Uno degli esercizi più importanti – e quello spesso consigliato da medici e fisioterapisti – è il galleggiamento che aiuta a rendersi conto dell’equilibrio del proprio corpo e rafforzare il baricentro. Ma non è tutto: sono utili anche gli esercizi per la coordinazione di gambe e braccia e i giochi in acqua.

Ma cosa bisogna tenere in considerazione quando si inizia a progettare una piscina senza barriere?

Sostegno piscina per persone con disabilità | Piscine Castiglione

Progettare una piscina per disabili

Le piscine per persone con disabilità devono avere ampi spazi, un accesso alle vasche facilitato e attrezzature adeguate al passaggio di una carrozzina. Inoltre, è importante che abbiano anche altri ausili tecnici come sollevatori, rampe di discesa e risalita e corrimano che facilitino l’entrata e l’uscita dall’acqua in modo sicuro.

Noi di Piscine Castiglione, realizziamo piscine su misura che rispondono a qualunque tipo di esigenza. In fase di progettazione, ci confrontiamo sempre con chi supporta la persona per la mobilità in acqua per capire come progettare spazi adeguati alle sue necessità e quali accessori aggiungere.
Le nostre scale sono dotate di corrimano fissati a bordo piscina e vengono realizzate con materiali di prima qualità come acciaio inox o eps e rivestimento in PVC antiscivolo. E, quando necessario, progettiamo anche rampe che facilitino l’ingresso in acqua con la carrozzina.

Trova il Concessionario Piscine Castiglione più vicino a te e progetta ora la tua piscina senza barriere.

Contattaci