Le piscine in vetroresina sono realizzate con un materiale che dà l’idea di piscina finita già da subito, con un effetto molto piacevole.

Ma la vetroresina presenta alcune importanti criticità che la rendono decisamente sconsigliabile: lo strato superficiale, detto gelcoat, subisce velocemente una degradazione, con perdita di lucentezza, la vetroresina comincia ad assorbire acqua, a gonfiarsi ed a fessurarsi e di conseguenza la piscina si degrada anche in pochi mesi.
Altri limiti evidenti delle piscine in vetroresina sono la scarsa possibilità di personalizzazione, sia nelle dimensioni che nelle forme, poiché bisogna attenersi agli stampi esistenti, l’estrema difficoltà di trasporto, da effettuarsi spesso con elicotteri o trasporti eccezionali, nonché le difficoltà dell’installazione che deve essere su terreni altamente stabili perché il vetro si crepa facilmente.
Di fatto è una tecnologia particolarmente costosa rispetto alla durata limitata e alle garanzie offerte.

Vediamo nel dettaglio perché Piscine Castiglione sconsiglia tale tecnologia.

Resistenza strutturale

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

Le piscine in vetroresina sono costruite con strati di resina e fibra di vetro posti su appositi stampi. La vasca risulta essere quindi un unico e imponente monoblocco che sarà in seguito personalizzato con accessori e finiture di vario genere. Dal momento che le piscine in vetroresina non sono autoportanti sono consigliabili interrate e non fuori terra, ed essendo sensibili ad assestamenti, cedimenti o galleggiamenti è sempre preferibile realizzare una soletta in cemento per il fondo vasca al fine di ridurre tale rischio.

Garanzia di Impermeabilizzazione

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

Il rivestimento interno delle piscine in vetroresina è di gel-coat, un materiale liscio e gradevole al tatto. Tuttavia questo materiale è scarsamente resistente e, dopo alcuni anni di esposizione a sole e intemperie, tende a creparsi e degradarsi.

Design forme e finiture

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

Le piscine in vetroresina non possono di fatto essere realizzate su misura: le forme e le dimensioni delle piscine in vetroresina, il colore e gli accessori che si possono installare sono notevolmente limitati rispetto a qualsiasi altra tipologia costruttiva. Oltre a non poter realizzare angoli retti e quindi essere costretti ad avere una vasca dalle forme tondeggianti, in una piscina in vetroresina non è possibile installare il bordo a sfioro.

Velocità Tempi di Installazione

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

È il metodo costruttivo più veloce, una volta realizzato lo scavo e preferibilmente la soletta in cemento armato di sostegno, non resterà che trasportare e installare la vasca, attivando l’impianto. I tempi di costruzione e installazione si aggirano quindi tra le 2 e le 3 settimane di lavoro.

Flessibilità di realizzazione e Trasporto in condizioni particolari

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

Le piscine in vetroresina, essendo monoblocco, sono difficilmente trasportabili, per questo poco adatte a luoghi impervi o difficilmente raggiungibili. Spesso, la posa prevede l’utilizzo di una gru e a causa delle dimensioni elevate e la consegna è frequentemente effettuata con elicotteri o trasporti eccezionali

Prezzi e Costi di Realizzazione delle Piscine in Vetroresina

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

I prezzi delle piscine in vetroresina sono simili a quelli previsti per una piscina modulare in acciaio, ma in questo caso, sul costo totale di realizzazione, ha una forte incidenza il costo di trasporto di cui abbiamo parlato qui sopra.

Risparmio Costi di Manutenzione

Vetroresina:

Myrtha:

Bluestyle:

Le piscine in vetroresina tendono a degradarsi dopo pochi anni, principalmente a causa dei raggi UV e degli agenti atmosferici. La vetroresina deteriorata spesso non è recuperabile e più che di costi di manutenzione si può arrivare a parlare di rifacimento totale che vuol dire rimozione della piscina e reinstallazione di una nuova.

Scopri Perchè Le Tecnologie Di Piscine Castiglione Sono Le Migliori