Piscina: sfatiamo alcuni miti sui costi

Avrete sentito dire molte volte che una piscina è dispendiosa, ha alti costi di manutenzione, aumenta le tasse sulla casa e consuma molta energia. Oggi sfateremo uno a uno tutti questi falsi miti sulla costruzione e il possesso di una piscina interrata.

Piscina ma quanto mi costi?

I costi di una piscina non possono essere standard poiché ogni piscina è un progetto a se stante, ricco di particolari e finiture. I fattori che fanno variare il prezzo sono per lo più le dimensioni, la forma e gli accessori; nonostante ciò Piscine Castiglione è in grado di fornirvi una piscina di dimensioni personalizzate al costo delle standard.

Nel preventivo sono inclusa progettazione, installazione e disegni esecutivi per realizzare lo scavo e la soletta di base in cemento, anche se quest’ultima non è compresa nel prezzo. Ad ogni modo i nostri rivenditori sapranno consigliavi anche su quest’aspetto.

Quanto tempo serve per l’installazione della mia nuova piscina?

Per la progettazione, le richieste nel comune dove si vuole costruire la nuova piscina e la presentazione del DIA per opere edili dovrete valutare un periodo tra i 60 e i 90 giorni, per questo l’autunno è un ottimo periodo per iniziare a progettare con calma la vostra piscina. Una volta svolte le poche pratiche potrete iniziare a costruire. Ai nostri installatori basteranno 10 giorni lavorativi per l’installazione e la messa a regime della vostra nuova vasca.

…si ma poi? Quanto costa mantenerla?

Acqua: la piscina non va svuotata e riempita ogni stagione, quindi il consumo d’acqua si riduce al primo riempimento al quale vanno aggiunti ogni anno tra gli 8 e i 10 mc d’acqua.

Energia elettrica: il consumo di energia elettrica è legato per lo più all’impianto di filtrazione e in minima parte ai fari subacquei. Sia i fari sia le pompe di ultima generazione hanno un alto risparmio energetico e tecnologie all’avanguardia.

Prodotti chimici: per mantenere l’acqua pulita è necessario l’utilizzo di alcuni prodotti chimici.

Il costo totale si aggira su poche centinaia di euro l’anno.

Ma aumentano le tasse sull’abitazione?

Oltre ad una piscina superiore agli 80 mq, dovreste possedere una casa di oltre 160 mq, terrazze di più di 65 mq, ascensori o montacarichi, decorazioni pregiate ecc; In questo caso si! la classificazione catastale potrebbe subire una variazione e far rientrare la vostra casa nella categoria del lusso: ma devono sussistere in contemporanea tutte queste caratteristiche.  In tutti gli altri casi, in cui mancasse anche solo uno dei punti descritti, avere una piscina non sarà considerato ‘di lusso’, nonostante questa aumenterà di molto il valore della vostra casa e il vostro benessere.

Iniziate ora a progettare la vostra piscina, scriveteci!

 

Richiedi informazioni