Come Rimuovere il Telo della Piscina e Altri Consigli

Mancano pochi giorni alla primavera e ormai non ci sono più scuse per rimandare la riapertura della vostra piscina.

Non rinviate oltre e iniziate i lavori oggi stesso o programmateli per il fine settimana.

Prima di buttarvi a capofitto nella pulizia, però, iniziate con il sopralluogo della piscina e, carta e penna (o smartphone) alla mano stilate una lista delle cose da fare.

Durante il sopralluogo noterete sicuramente dell’acqua stagnante sul telo. La prima cosa da fare per aprire la piscina è quindi quella di rimuovere quest’acqua senza sporcare nulla. La soluzione più efficace è quella di utilizzare una pompa automatica. Il suo funzionamento è davvero semplice: dovrete solo posizionarla al centro del telo e mettetela in funzione. La pompa, si attiva in automatico quando il livello supera i 3 centimetri, prelevando l’acqua dal telo e facendola confluire in uno scarico o direttamente nel giardino attraverso un tubo.

Una volta rimossa l’acqua, la maggior parte del lavoro è fatto. A questo punto, facendovi aiutare, rimuovete il telo e stendetelo su una superficie asciutta e pulita, dopodiché lavatelo da incrostazioni calcaree o macchie formatesi durante l’inverno. Per pulire il telo potrete usare un detergente neutro, possibilmente ecologico e biodegradabile, in modo da non danneggiare il giardino, l’ambiente circostante e il telo stesso. Dopo aver fatto asciugare, ripetete l’operazione per l’altro lato.

A questo punto non vi resta che cospargere di talco la parte del telo che, una volta ripiegata, resterà interna. Il talco servirà per assorbire l’umidità residua e a mantenere il telo asciutto e pulito per il prossimo autunno.

Intanto che aspettate che il telo si asciughi, potete procedere con la prima pulizia della piscina. Svolgete i lavori più facili come la rimozione di residui dal fondo vasca e le altre operazioni che vi abbiamo spiegato nel precedente post.

Una volta terminati tutti i lavori, controllate che non siano presenti macchie sulle pareti o sul fondo. Qualora ci fossero, stabilite se si tratta di macchie causate dalla durezza dell’acqua o di macchie organiche. Tuttavia, se durante la chiusura della piscina avete fatto tutto il necessario, difficilmente si saranno formate delle macchie di natura organica. Molto probabilmente, invece, avrete semplicemente delle incrostazioni, per lo più calcaree, lungo la linea di galleggiamento.

Se non siete degli esperti o magari è la prima volta che vi approcciate alla pulizia della vostra piscina, vi consigliamo di chiamare i nostri Piscine Service, che vi aiuteranno a ripulire completamente la piscina e vi forniranno i prodotti adatti e certificati per rimuovere ogni macchia. Pulire la piscina con un esperto sarà davvero utile per tutte le vostre prossime pulizie.

Hai bisogno di altro?

Richiedi informazioni